3 differenze fondamentali tra un capo e un leader

Che differenze ci sono fra un capo e un leader

Fermativi per un momento a pensare quali potrebbero essere le differenze fra un capo e un leader.

Forse pensate che un leader sia una persona carismatica e incentivante – però che spazio occupano queste caratteristiche nel cambiare l’atmosfera e la cultura generale sul posto di lavoro.

Ecco come un leader può influenzare la cultura lavorativa.

 

  1. Gli impiegati sanno di camminare verso una data direzione

Stare allerti, svegli e “sobri” durante una giornata di lavoro a volte risulta una vera tortura. Molti fattori possono contribuire a fare di un buon lavoro un lavoro mediocre. Il fattore principale però è la mancanza di una determinata direzione sul posto di lavoro.

Un vero leader cerca di assegnare impegni che dimostrano una chiara visione sul futuro della compagnia rassicurando i dipendenti che tutti insieme stanno lavorando per raggiungere una meta comune. Anche solo il fatto di comunicare questa destinazione e tutto quello che la compagnia sta cercando di raggiungere aiuta molto a migliorare la produttività e i risultati dei dipendenti.

“I dipendenti che vengono motivati da un vero leader non si sentono sotto pressione. Invece sono più ispirati e motivati a seguire il proprio lavoro.”

Leadership e cultura non significano fare il capo e dimostrare di aver tutto sotto controllo. Invece leadership e cultura significa creare una visione e obiettivi comuni, ispirare e influenzare gli altri per raggiungere più di quello che pensavano fosse possibile. I veri leader creano un ambiente lavorativo, dove a tutti i dipendenti piace stare e lavorare, un ambiente dove persone preparate e ambiziose si “sfidano” tra di loro per dare il meglio ogni giorno.

 

  1. Gli impiegati non si sentono sotto pressione ma motivati e guidati

Questo secondo punto è abbastanza ovvio dato che quello che un leader fa è guidare. Tenete sempre presente che i dipendenti guidati da un vero leader non si sentono sotto pressione. Invece sono motivati e ispirati a seguire la loro professione avendo una figura stabile che guida verso lo scopo finale.

Un capo tende a creare un team, un leader invece crea un gruppo di colleghi e collaboratori. Avere fiducia in un leader aiuta i dipendenti a essere più motivati e di conseguenza ne beneficia tutta la compagnia.

 

  1. I leader continuano ad investire nella compagnia

Qual è l’effetto principale che un leader ha nella cultura lavorativa? Un vero leader continua a investire saggiamente. Questo è un fattore molto importante per vari motivi perché il progresso è la parola chiave delle compagnie e del mondo del business in generale. Un vero leader da importanza alla propria compagnia e pensa a come migliorare per questo gran parte delle entrate tende a reinvestirlo per il bene e il progresso della compagnia. Molte compagnie non c’è l’hanno fatta a sopravvivere nel mercato solo perché non hanno saputo reinvestire saggiamente nel loro marchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *